Carissimi,

nasce EUR-NEWS, uno strumento di informazione occasionale che sarà inviato agli economi in allegato agli estratti conto mensili. EUR, come la zona da cui l’economato generale lavora e scrive, EUR, come la nuova moneta che unisce l’Europa, ma anche una buona parte di province comboniane, quelle che non usano il dollaro.

Varie volte avevo delle cose da dire agli economi, ma non sapevo come fare: scrivere una lettera circolare avrebbe dato un tono di ufficialità eccessiva per certe comunicazioni tecniche o informazioni agli “addetti ai lavori”. Un foglio invece permette di dire a tutti, informare e ricevere risposte valide per tutti.

Le notizie che appariranno qui, saranno le stesse che si potranno trovare in Familia Comboniana, ma qui saranno raggruppate quelle di carattere ed interesse economico. Ma non bisogna per questo tralasciare la lettura di Familia Comboniana, perché non voglio per niente impegnarmi a scrivere tutto ciò che c’è di interessante; soltanto voglio comunicare qualcosa che mi sta a cuore in un dialogo con voi.

Un’ultima nota: anche se invierò questo foglio a tutti gli economati comboniani in contatto con noi, purtroppo per il momento userò soltanto la lingua italiana, per un motivo di tempo e di informalità… può darsi che col tempo si potrà fare meglio, soprattutto se il nostro sforzo sarà apprezzato.

Alle notizie ora:

001 – Negli uffici dell’economato generale si sta già preparando P. Elio Zanei come sostituto di Fr. Pasqualino Artuso, nel compito di assistente dell’economo generale. Mentre ringrazio sentitamente Fr. Pasqualino per l’eccellente lavoro svolto assieme, do il benvenuto a P. Elio e gli auguro che questa nuova attività non gli sia troppo pesante e che comunque sia sempre un servizio alla Missione della Chiesa attraverso i Confratelli nel mondo.

002 - Non ha trovato sufficiente eco l’incontro continentale tenuto dagli economi e procuratori d’Europa a Ellwangen dal 7 al 9 Maggio 2002. L’incontro era stato voluto dagli economi e procuratori stessi che si erano incontrati l’anno prima a Madrid ed avevano trovato molto importante e significativo il potersi incontrare e condividere su ciò che si stava vivendo nelle rispettive province. L’entrata in vigore dell’Euro è sembrata l’occasione opportuna per realizzare questo incontro.

003 – L’Amministrazione Generale è impegnata in un certo giro di lavori di interesse per l’Istituto. La casa di Parigi (Issy-les-Moulineaux per l’esattezza) è ormai abitata dalla comunità comboniana di Parigi, P. Miniero Pasquale e P. Noventa Franco. Si sta cercando di risolvere le ultime diatribe con il costruttore perché il contratto venga portato a termine in modo completo e soddisfacente per noi. Con l’arrivo dei confratelli studenti o altro si dovrà pensare ad un regolamento anche economico della casa, affinché possa rendere il suo servizio come è stata voluta in piena libertà ed indipendenza.

A Cracovia la nuova casa ha messo le fondamenta; la comunità comboniana vive in affitto e si procede con serietà. L’economo generale vi fa una visita dal 25 al 30 Giugno ’02 per sostenere i confratelli nel loro lavoro amministrativo sia dei lavori, che delle due comunità che devono ormai trovare una loro fisionomia di “quasi-delegazione”.

Lo Scolasticato di Petermaritzbourg in Sud Africa è ormai una realtà. La casa è stata ristrutturata in vista di una comunità di una decina di confratelli, i formatori e gli scolastici si stanno ormai installando. Auguri.

004 – Quasi tutti gli Scolasticati hanno ormai acquisito il ritmo amministrativo richiesto dalla Ratio Studiorum, con dei resoconti regolari all’economato generale con cui mantengono una corrispondenza franca in vista di una buona gestione, anche educativa, dei beni dell’Istituto. In ciò il Capitolo ha avuto delle espressioni chiare, anche se a volte l’applicazione può comportare delle difficoltà. La collaborazione tra i Segretariati generali, in particolare quello dell’economia e della formazione di base, coordinati dal Consiglio Generale, porta a risolvere eventuali problemi nel dialogo. In qualche posto i formatori possono anche avere l’impressione che manca loro il denaro “necessario” per il loro lavoro. Non è forse allora che abbiamo raggiunto la soglia di inserimento nella situazione degli studenti “colleghi” di quelli comboniani? Il dialogo continua…

005 – Dopo la visita in Polonia l’economo generale ha in programma di visitare il Kenya e l’Uganda. Questo avverrà probabilmente alla fine di novembre – dicembre 2002. Nessun dialogo è stato ancora intavolato. Tutto è da determinare. Le realtà da visitare sono molte e varie: a Nairobi sono due le sedi provinciali (Kenya e Sud Sudan) che possono trovare un buon consiglio dall’economo generale dopo che questi ha preso visione (audit) della realtà. Lo scolasticato ed il CIF, da parte loro potranno presentare la loro realtà e farsi conoscere dall’interno.

La vicinanza dell’Uganda ne fa l’occasione propizia per una visita “canonica”, che aiuti ad approfondire il dialogo ed a verificare le reali possibilità economiche per i programmi futuri.

006 – In questa consulta di giugno è stato approvato il Bilancio economico 2001 dell’Amministrazione Generale. Il resoconto dettagliato sarà inviato a tutti gli economi e superiori provinciali e di Delegazione. E’ compito vostro di presentare ai confratelli, forse in qualche assemblea, magari in sintesi, quanto vi viene trasmesso, affinché ci sia una sempre maggiore conoscenza della vita dell’Istituto.

Sono giunte anche le relazioni provinciali: purtroppo quest’anno abbiamo dovuto constatare che due province hanno inviato la loro in ritardo ed una non è giunta per niente. Eppure la data di richiesta, fine aprile, è piuttosto tardiva. Quattro mesi sono sufficienti per raccogliere il materiale dalle comunità, fare il proprio bilancio di chiusura, convocare un consiglio provinciale per approvarlo e trasmetterlo.

Non tutte le relazioni erano di una buona qualità amministrativa: a volte negli anni scorsi ho inviato personalmente agli economi provinciali delle note, indicando errori da evitare. Non sempre si è saputo trarre frutto da tali osservazioni, né sono state poste domande di chiarifica.

Spero che la prossima assemblea generale sia una buona occasione per tutti per cercare di chiarire i propri dubbi. A questo scopo è stato organizzato un corso di Partita Doppia a vantaggio di chi ha bisogno di qualche ripasso in materia. Spero sappiate approfittarne tutti.

007 – In settembre terremo a Roma l’assemblea generale degli economi e procuratori provinciali e di delegazione. L’assemblea precedente aveva avuto luogo nel 1996. Quella di quest’anno è composta di tre parti di cui solo la partecipazione alla seconda parte è obbligatoria.

Dal 2 al 4 settembre avremo un corso di contabilità a Partita Doppia: sarà l’occasione per spiegarci in lungo ed in largo sulle difficoltà che incontriamo in materia, e capirci sulla terminologia.

Dal 5 all’11 settembre avremo l’assemblea vera e propria, sul tema “Cambio in atto della geografia vocazionale e sue conseguenze nell’amministrazione e nella vita economica dell’Istituto”.  Ascolteremo i Segretari Generali, faremo un lavoro di gruppo attorno a tre seminari “Ruolo e compiti dell’economo provinciale”, “La condivisione ed il Fondo Comune totale” e “L’economia e la Vita missionaria / religiosa”. Confidiamo di tirarne delle buone conclusioni da presentare al prossimo Capitolo del 2003.

Il 12 ed il 13 settembre ci occuperemo del sistema di contabilità in computer preparato dal tecnico Accorsi, che l’economato già usa e propone alle diverse province che sono alla ricerca di un metodo semplice e completo.

Posso permettermi di invitarvi a partecipare numerosi? Non avrebbe molto senso di fare un lungo viaggio per venire a Roma, e poi rendersi conto che si è mancata una parte importante per la nostra attività.

Alla prossima occasione!

01.07.2002

Foglio di informazione dall’economato generale