Rapporto dell’Onu: Gli sfollati nel mondo superano quota 100 milioni

Immagine

Sabato 18 giugno 2022
Il numero delle persone in fuga nel mondo ha superato per la prima volta la soglia dei 100 milioni. Questo dato record, come indicato dall’ultimo rapporto “Global Trends 2021” dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr), è stato registrato nel maggio di quest’anno: l’invasione russa dell’Ucraina e altre emergenze, come in Africa o in Afghanistan, hanno portato la cifra a superare la drammatica soglia. [L’Osservatore Romano]

Rapporto dell’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati
Gli sfollati nel mondo superano quota 100 milioni

Il numero delle persone in fuga nel mondo ha superato per la prima volta la soglia dei 100 milioni. Questo dato record, come indicato dall’ultimo rapporto “Global Trends 2021” dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr), è stato registrato nel maggio di quest’anno: l’invasione russa dell’Ucraina e altre emergenze, come in Africa o in Afghanistan, hanno portato la cifra a superare la drammatica soglia. L’Unhcr ha ammonito inoltre che la crisi alimentare globale causata dal conflitto tra Russia e Ucraina potrebbe costringere molte altre persone a fuggire dalle loro case per cui il dato potrebbe aggravarsi ulteriormente.

Il numero delle persone costrette a lasciare le proprie abitazioni è aumentato ogni anno nell’ultimo decennio, raggiungendo nel 2021 quota 89,3 milioni con una crescita dell’8 per cento rispetto al 2020. L’agenzia delle Nazioni Unite ha inoltre rilevato che, alla fine del 2021, il numero di persone che vivono con lo status di rifugiato ha raggiunto il record di 27,1 milioni, mentre il numero di richiedenti asilo è aumentato dell’11 per cento attestandosi a 4,6 milioni.

L’anno scorso è stato inoltre registrato per il quindicesimo anno consecutivo un aumento del numero di persone sfollate all’interno del proprio Paese a causa di conflitti, arrivate a 53,2 milioni. Lo scorso anno la Turchia ha accolto quasi 3,8 milioni di rifugiati, il numero più elevato su scala mondiale, seguita da Uganda (1,5 milioni), Pakistan (1,5 milioni) e Germania (1,3 milioni). La Colombia ha accolto 1,8 milioni di venezuelani in fuga, mentre il Libano ha accolto il più elevato numero di rifugiati pro capite (1 su 8), seguito da Giordania (1 su 14) e Turchia (1 su 23).

I richiedenti asilo hanno presentato lo scorso anno 1,4 milioni di nuove domande: gli Stati Uniti sono stati il Paese che ha ricevuto il numero più elevato di domande di protezione individuale, seguiti da Germania, Messico, Costa Rica e Francia. «Se la comunità internazionale non unirà le forze per far fronte a questa tragedia umana, risolvendo i conflitti in corso e individuando soluzioni durature, questa terribile tendenza continuerà», ha ammonito l’Alto commissario dell’Unhcr, Filippo Grandi.
[L’Osservatore Romano]