Messico: La festa di Nostra Signora di Guadalupe sarà celebrata nelle comunità e nelle famiglie

Immagine

Lunedì 26 ottobre 2020
Non ci sarà nessuna celebrazione liturgica nel Santuario della Madonna di Guadalupe l’11 e 12 dicembre di questo anno, e neanche i tradizionali eventi artistici davanti alla Basilica: lo ha comunicato in una lettera indirizzata all’Arcivescovo di Mexico, il Cardinale Carlos Aguiar Retes, il Rettore della Basilica di Guadalupe, Salvador Martinez.

Ogni anno, dal 9 al 12 dicembre, per la festa di Nostra Signora di Guadalupe, circa dieci milioni di persone vengono alla collina del Tepeyac per ringraziare o chiedere favori alla Vergine Maria, venerata come Patrona delle Americhe nel Santuario di Guadalupe.

Secondo i dati diffusi dalla Basilica di Guadalupe e dal governo della capitale, il 12 dicembre 2019, è stata calcolata un'affluenza di circa 10 milioni di pellegrini da tutto il mondo. Sempre secondo la stessa fonte, questo è il luogo di pellegrinaggio mariano che raduna più persone ogni anno, circa 20 milioni in pochi giorni.

Questo anno 2020, al fine di prevenire la diffusione del coronavirus, i responsabili del Santuario, con il consenso del Cardinale Aguiar Retes e della Conferenza Episcopale Messicana, invitano a celebrare la festa in ciascuna delle comunità parrocchiali, nei quartieri, nelle comunità cattoliche o in famiglia.

La domenica di Pasqua, 12 aprile 2020, nel Santuario di Guadalupe, "Imperatrice dell’America", si era svolto "l’Atto di consacrazione alla Santissima Vergine Maria, sotto il titolo di Nostra Signora di Guadalupe, davanti all’espansione del Covid-19 che ha paralizzato il mondo". La Messa, presieduta dal Cardinale Carlos Aguiar Retes, primate del Messico, venne trasmessa dai media: radio, televisione e piattaforme digitali. Oltre ai paesi dell'America Latina e dei Caraibi, all'atto di consacrazione si unirono le Chiese locali degli Stati Uniti, del Canada e delle Filippine. La trasmissione su Facebook aveva raggiunto quasi quarantamila persone contemporaneamente (vedi Fides 13/04/2020).

Dinanzi alla pandemia che ancora si diffonde, il Rettore della Basilica ha insistito sull’importanza della collaborazione delle diocesi che confinano con la Basilica, da dove partono i pellegrinaggi, chiedendo di promuovere celebrazioni locali per evitare la diffusione del virus. Sarà anche promossa la partecipazione virtuale sui social media come si sta facendo fino ad ora.
[CE – Fides]