Martedì 20 gennaio 2015
Il Santo Padre ha eretto la Chiesa Metropolitana sui iuris eritrea, dividendola dall’Arcieparchia Metropolitana di Addis Abeba. La sede della nuova Chiesa metropolitana è Asmara che è stata elevata ad Arcieparchia Metropolitana. Il Papa ha nominato primo Metropolita S.E. Mons. Menghesteab Tesfamariam (nella foto), missionario comboniano, finora Vescovo eparchiale di Asmara.


La Chiesa Metropolitana sui iuris, è retta dai cc. 155-173 del CCEO e nella sua forma canonica si distingue da una provincia ecclesiastica avente a capo un metropolita. Il Metropolita di una Chiesa sui iuris entro i confini della medesima Chiesa esercita la sua potestà sugli altri Vescovi, il clero e gli altri fedeli a norma dei canoni sopracitati. In questo suo compito è coadiuvato dagli altri Vescovi riuniti nel Consiglio dei Gerarchi. A questo organo collegiale di governo spetta il potere legislativo, quello di presentare la terna dei candidati all’episcopato per la successiva nomina da parte del Romano Pontefice, la gestione delle norme liturgiche e tutte le altre competenze necessarie per il governo della Chiesa sui iuris previste dal diritto.

La nuova Metropolia sui iuris si estende sul tutto territorio Eritreo e comprende le seguenti Eparchie:

* Arcieparchia di Asmara, con le seguenti regioni: centrale (Asmara), del Mar Rosso Settentrionale (Massawa) e del Sud (Mendefera). II territorio è di 23.886 kmq, con 30.886 cattolici su 1.308.015 abitanti. Fu eretta con la Costituzione Apostolica Quod Venerabiles di Papa Giovanni XXIII del 20 febbraio 1961, elevando l'Esarcato Apostolico ad Eparchia.

* L’Eparchia di Barentu copre quasi interamente la regione del Gash-Barka. Il territorio è di 44.986 kmq, con 40.543 cattolici su 765.000 abitanti.

È stata eretta il 21 dicembre 1995 con la Costituzione Apostolica Quia opportunumdi Papa Giovanni Paolo II, smembrando il territorio dall'Eparchia di Asmara.

* L’Eparchia di Keren comprende le province di Senhit e di Sahil. Il territorio è di 25.949 kmq, con 48.494 cattolici su 445.860 abitanti. È stata eretta il 21 dicembre 1995 con la Costituzione Apostolica Communitates in orbe di Papa Giovanni Paolo II, smembrando il territorio dall’Eparchia di Asmara.

* L’Eparchia di Segheneity comprende la regione del Mar Rosso Meridionale e parte del Debub. La superficie è di 29.499 kmq, con 35.557 cattolici su 306.636 abitanti. È stata eretta il 24 febbraio 2012 con la Costituzione Apostolica Cum visum sit di Papa Benedetto XVI, smembrando il territorio dall’Eparchia di Asmara.

S.E. Mons. Menghesteab Tesfamariam, missionario comboniano, è nato il 24 dicembre 1948 a Berakit, nell’eparchia di Asmara. È entrato nel noviziato dei Missionari Comboniani il 1° settembre 1971 ed ha emesso i voti temporanei il 25 giugno 1973. Dopo cinque anni, il 15 marzo 1978, ha professato i voti perpetui. Ha compiuto gli studi regolari ed ha frequentato i corsi Istituzionali di filosofia e teologia fino al sacerdozio. Ordinato presbitero il 18 febbraio 1979, è diventato vicario parrocchiale a Namalu, in Uganda, dal 1979 al 1985. Si è dedicato all’attività di formazione dei Postulanti Comboniani ad Addis Abeba, dal 1985 al 1990.

Dal 1992 al 1994 ha frequentato un corso di specializzazione all’Università di Chicago (USA). Successivamente, dal 1° gennaio 1991 al 31 ottobre 1993, è stato incaricato della formazione degli scolastici Comboniani a Chicago e dal 1° novembre 1993 al 31 dicembre 1996 è stato nominato Superiore locale sempre a Chicago. Il 25 giugno 2001 è stato nominato da Giovanni Paolo II Vescovo di Asmara ed ha ricevuto l’ordinazione episcopale dal suo predecessore ZekariasYohannes il 16 settembre 2001. Dal 2001 ad oggi è il Vescovo eparchiale di Asmara.